21 Apr
  • Da Felice Moscato
  • 419 Views
  • 0 Commenti

A Scuola di Dono, selezionati i vincitori e le vincitrici della quarta edizione del concorso

Selezionati i vincitori e le vincitrici della quarta edizione del concorso A scuola di Dono, volto a far conoscere il mondo della donazione di sangue e plasma agli studenti delle classi elementari, medie e superiori di tutto il territorio italiano. I membri della giuria si sono riuniti il 6 Aprile per selezionare i numerosi elaborati pervenuti grazie al grande impegno di tanti volontari delle associazioni federate FIDAS, e agli istituti scolastici che hanno scelto di coinvolgere gli studenti in un’iniziativa davvero altruista.

I vincitori e le vincitrici della quarta edizione del Premio “A Scuola di Dono”

Straordinario il numero delle partecipazioni di studenti, classi e scuole coinvolte in questa nuova edizione nel realizzare un elaborato che parlasse di donazione di sangue in modo profondo e trasversale. All’iniziativa hanno partecipato alla fase nazionale della selezione 2.367 studenti, 165 istituti scolastici, 188 professori con 199 progetti. Tra le classi primarie, ha vinto la classe 2°C dell’Istituto Comprensivo Borgaro Torinese, Scuola Primaria Edoardo Defassi che ha partecipato insieme alla maestra Ilenia Ribilotta. Per la sezione della scuola secondaria di primo grado ha vinto la classe 2°G del plesso di Salizzole dell’Istituto Comprensivo Fratelli Corrà, a Isola della Scala, in provincia di Verona, con la professoressa Alessandra Allegrini. Per la scuola superiore ha vinto il premio nazionale il gruppo B di grafica e comunicazione della classe terza B dell’Istituto Tecnico Statale Galiani-de Sterlich di Chieti, insieme alla professoressa Carla Ferrante.

I membri della Giuria del Premio A Scuola di Dono

Quest’anno ha compiuto la propria scelta tra gli elaborati del concorso A scuola di Dono, una giuria di professionisti, insegnanti e medici di spicco nazionale.  La giuria è stata presieduta da Cinzia di Stasio, segretaria Generale dell’Istituto Italiano della Donazione, impegnata a 360° gradi in un settore capace di misurare, con lo scopo di moltiplicare, la generosità degli italiani. La giuria era composta da Chiara Pinci, docente di lettere con  sede a Roma e volontaria LAUDES, Francesco Vullo, giornalista e addetto stampa impegnato nel no profit, Diletta Haberl, storica dell’arte e autrice di saggi storici, Margaret Musso, ematologa e dirigente presso il Policlinico militare di Roma “Celio”.

La premiazione e le tematiche degli elaborati del concorso A Scuola di Dono

La premiazione del concorso A Scuola di Dono avverrà il 28 aprile durante la giornata della 61esima Assemblea Nazionale FIDAS, a Roma, nella sala AnnaMaria dell’Hotel Best Western Plus Universo, in via Principe Amedeo, n.5/B. Sarà in quest’occasione che verranno mostrati al pubblico gli elaborati degli studenti e delle classi vincitrici. Le tematiche su cui sono stati sviluppati gli elaborati, proposte nel bando, hanno coinvolto gli studenti in riflessioni importanti sulla natura e sulla gratuità del mondo della donazione di sangue. Alle scuole primarie è stato proposta la frase: “La donazione del sangue è un gesto di amore nei confronti di qualcuno che ha bisogno del nostro aiuto e che non conosciamo”.
Per le classi medie la declinazione dell’argomento era la seguente: “La donazione del sangue non ha limiti determinati dallo stato sociale, dal luogo in cui si vive, dalle idee, dal credo religioso o dal colore della pelle”.
Le superiori si sono ispirate a questo messaggio: “La donazione del sangue è un gesto volontario, anonimo e gratuito, ma anche responsabile, perché richiede innanzitutto di prendersi cura di se stessi e del proprio stato di salute per poter essere di aiuto agli altri”. Considerazioni profonde che hanno permesso di avviare un dialogo con i giovani, coloro che rappresentano di più il futuro della donazione di sangue e plasma.