10 Feb
  • Da Felice Moscato
  • 298 Views
  • 0 Commenti

Centro Nazionale sangue contro le fake news su vaccini e donazione di sangue

Le persone vaccinate possono tranquillamente donare il sangue, e le sacche prelevate da chi è immunizzato sono utilizzate in questi mesi per le trasfusioni senza alcuna differenza con le altre.

Con queste parole da giorni il Centro Nazionale Sangue combatte le notizie e alcuni video e notizie che circolano in rete e sui social affermando, fra le altre cose, che alcune sacche di donatori vaccinati vengono eliminate.

Le indicazioni per le donazioni da parte di chi ha ricevuto il vaccino sono contenute in una nota del Centro Nazionale Sangue che tiene conto di quanto disposto dalla normativa nazionale ed europea vigente in materia di medicina trasfusionale, dalle raccomandazioni contenute nella “Guide to the preparation, use and quality assurance of blood components” e dalle ultime indicazioni in materia dell’European Centre for Disease Prevention and Control.

Ma in questi giorni vi sono altre fake news a cui bisogna stare attenti, ecco quella che sta riscuotendo più successo:”amica infermiera, da poco rientrata al lavoro dopo la sospensione, mi racconta di prelievi difficilissimi: ‘Il sangue dei triplodosati è maionese nera’. Saranno c***i, sì loro”. Un post, non verificato e basato sul sentito dire, che già social come Twitter hanno etichettato come “fuorviante”. Stando queste notizie il sangue dei vaccinati si coagulerebbe (sarebbe più denso…come la maionese), a causa della terza dose.  La circolazione delle fake news sappiamo essere una piaga della nostra epoca moderna dove diventa facile dare credito “al sentito dire”. Una nuova fake news che non fa bene al sistema trasfusionale e soprattutto ai pazienti dopo gli appelli del centro nazionale sangue per la carenza a causa dell’aumento degli ultimi casi covid.

“È molto grave diffondere false informazioni sulla donazione di sangue, specie alla vigilia di un periodo come quello estivo in cui storicamente si registrano carenze – sottolinea il direttore del CNS Vincenzo De Angelis -. Non c’è nessuna differenza tra il sangue dei vaccinati e quello dei non vaccinati, entrambi salvano vite ogni giorno, e anzi ci auguriamo che siano sempre di più i donatori immunizzati, sarebbe un segno ulteriore dei progressi nella lotta al virus”.

In questi giorni l’account della regione con Salute Lazio ha twittato “Attenti alle fake news” e su Telegram, ha aggiunto: “Le persone vaccinate possono tranquillamente donare il sangue, e le sacche prelevate da chi è immunizzato sono utilizzate in questi mesi per le trasfusioni senza alcuna differenza con le altre. Lo ha ribadito anche il centro nazionale sangue”.

Il nostro consiglio è sempre quello di reperire le informazioni dai canali ufficiali e nel dubbio di volgersi ai contatti dedicati pe aver tutti i chiarimenti.

 

Ufficio Segreteria “Associazione Carla Sandri”
0677056409 oppure allo 06 77056788
dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
Mail: info@gdscarlasandri.it