14 Ott
  • Da Felice Moscato
  • 169 Views
  • 0 Commenti

FIDAS LAB 2022: al via la formazione in casa FIDAS

Tornano in casa FIDAS  gli appuntamenti dedicati alla formazione: nel weekend dal 25 al 27 novembre i volontari di tutte le associazioni italiane, insieme ai responsabili associativi, si incontreranno a Roma per una 3 giorni per poter approfondire conoscenze e competenze per una più efficace promozione del dono.

A partire dal venerdì pomeriggio l’evento formativo si concentrerà in momenti di plenaria. La parola d’ordine di quest’anno è GIOVANI.  A scambiarsi il microfono saranno alcuni professionisti della comunicazione e del mondo dello sport. Il primo a salire sul palco sarà lo scrittore di origine afghana Alidad Shiri che col il suo intervento “Ragazzi mai mollare!” racconterà la sua esperienza di vita vissuta durante la guerra e il suo viaggio verso l’Europa. A seguire Andrea Zorzi, ex Pallavolista della nazionale italiana di volley, racconterà le sue esperienze, anche di sconfitta, e a non perdere mai la capacità di fare gruppo. Infine a chiudere la sessione sarà il dott. Massimiliano Bonifacio, che nelle vesti di consigliere nazionale fornirà delle pillole scientifiche a tutti i partecipanti.

Focus della formazione targata FIDAS saranno i laboratori formativi. I 100 volontari parteciperanno ai laboratori affinché possano imparare ad affinare e ad acquisire nuove tecniche per il futuro delle loro associazioni…i giovani.

Insieme a professionisti della comunicazione e della psicologia di gruppo, conosceranno le basi più avanzate per fondare un gruppo giovani, come comunicare con loro, e come mantenere alta l’attenzione sulla mission verso i ragazzi under 30.

“È fondamentale investire su coloro che prenderanno le redini delle nostre associazioni dopo di noi” – ha dichiarato Mauro Benedetto, consigliere nazionale FIDAS con delega alla Comunicazione – “più avremo giovani preparati e motivati e migliore sarà il futuro delle nostre associazioni”.

Da tempo oramai il Centro Nazionale Sangue, attraverso il suo direttore Vincenzo De Angelis, mostra come dai numeri traspari un costante invecchiamento della popolazione. Un trend negativo che si riflette anche sui donatori, ponendo in costante crisi il SSN e la capacità di fronteggiare le carenze di risorse primarie di sangue e plasma.

Noi saremo presenti durante il FIDAS lab per raccontarvi passo dopo passo l’evento. Seguici sui nostri social per avere tutti gli aggiornamenti.