25 Ott
  • Da Felice Moscato
  • 165 Views
  • 0 Commenti

Interregionali FIDAS: Convegni e confronti per le Associazioni del Centro Sud

Paola – Appena concluso l’incontro interregionale per le federate del Centro-Sud ed Isole che si sono date appuntamento a Paola (CS) nei giorni del 22 e 23 ottobre.

Oltre ai presidenti regionali e a delegazioni delle federate locali, sono state presenti anche le segreterie e la presidenza nazionale per confrontarsi sui temi di maggior rilievo per la Federazione.

L’incontro, volto a stimolare il dibattito ed il confronto tra gli addetti, è stato anche occasione per parlare del tema della modifica dello statuto, ed in particolare degli articoli che interessano i ruoli e i compiti delle Presidenze e Consigli regionali.

La mattina del 23 ottobre ha visto svolgersi il convegno “Uniformità del trattamento dei donatori nel Sistema trasfusionale” alla presenza di autorevoli relatori quali il direttore del Centro Nazionale Sangue, il dott. Vincenzo De Angelis,  la dott.ssa Liliana Rizzo, direttrice del Centro regionale sangue della Calabria, e la dott.ssa Costanza Russetti, Responsabile della qualità della FIDAS Paola.

Argomento centrale del convegno è stata la sintesi di un modello organizzativo che possa incrementare la donazione di sangue e di plasma con l’obiettivo di raggiungere l’autosufficienza di farmaci e di emocomponenti nel più breve tempo possibile. La pandemia, così come i diversi momenti storici che stiamo vivendo, hanno acuito le diverse criticità del SSN minando la sua stabilità. Riuscire, insieme a tutti gli attori coinvolti, a raggiungere l’autonomia di sangue e plasma sarebbe un grande balzo in avanti per i il sistema e per tutti i pazienti. Questo ha bisogno di un grande lavoro e di un modello che possa essere adattato alle diverse regioni e ai loro punti di forza e debolezza. La componente centrale non deve essere il semplice risultato, quanto un risultato in cui la qualità non debba mai essere messa da parte quando si parla di salute.