03 Gen
  • Da Felice Moscato
  • 162 Views
  • 0 Commenti

Al via “Nuove Radici”, l’iniziativa che regala un albero ai nuovi donatori FIDAS

Tutelare i pazienti e prendersi cura del pianeta: con un solo gesto è possibile. Dal 1° gennaio 2023 con l’iniziativa “Nuove Radici” tutti i giovani dai 18 ai 30 anni sul territorio nazionale italiano che doneranno per la prima volta sangue o plasma con FIDAS riceveranno un albero in regalo. Ogni albero è geolocalizzato, fotografato e ha la sua pagina online sul sito treedom.net, dove sarà possibile ricevere aggiornamenti sul progetto agroforestale di cui fa parte.

L’iniziativa – che unisce la grande attenzione per i pazienti e un esuberante slancio green – è organizzata da FIDAS Giovani in collaborazione con la piattaforma Treedom, dal 2010 impegnata nella piantumazione di alberi in 17 Paesi nel mondo.
Per aderire all’iniziativa sarà sufficiente contattare FIDAS Giovani tramite uno dei tanti canali di comunicazione attivi (su Instagram @GiovaniFidas, all’indirizzo email giovani@fidas.it o chiamando il numero di telefono 347 30 41 625), dove i volontari re-indirizzeranno il candidato all’associazione FIDAS più vicina, primo step per ricevere l’albero in dono.
Il giovane che donerà sangue quindi, non solo aiuterà i pazienti, ma vedrà il proprio gesto mettere radici, crescere e germogliare in un sostegno concreto alla salute del pianeta.

L’iniziativa che punta a far mettere “Nuove Radici” alla cultura del dono

FIDAS Giovani introduce la propria iniziativa con una frase di Victor Hugo, padre del romanticismo francese: “Fate come gli alberi: cambiate le foglie, ma conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee, ma conservate i vostri principi”. E aggiunge: “È un’occasione per ricordarci dell’importanza della natura e per celebrarla nel rispetto della terra e di tutte le creature che la popolano e per contribuire alla salvaguardia e alla tutela delle sue risorse”.
Nella nota diffusa online FIDAS Giovani continua: “Questa iniziativa nasce con lo scopo di rinnovarsi come le foglie degli alberi attraverso la donazione di sangue e di emocomponenti, ma al contempo permette di creare e mantenere radici forti, fidelizzando nuovi giovani alla cultura di questo nobile gesto”. La nota procede: “E come gli alberi che crescono e prosperano rigogliosi su questa terra, ci auguriamo che anche il giovane donatore possa crescere e far crescere la cultura del dono, offrendo alla federazione sempre nuove foglie che aiutino a migliorare e incrementare il numero di donatori e volontari”.

 

Treedom e i benefici per l’ecosistema

I vantaggi di questa iniziativa vanno a beneficio dell’ecosistema, ma non solo: “Tutti gli alberi fanno bene all’ambiente: assorbono CO2, emettono ossigeno, favoriscono la biodiversità, contrastano l’erosione del terreno e molto altro”. Treedom – che ha già piantumato oltre 3,5 milioni di alberi in tutto il mondo – introduce come continua la catena del bene, e chi ne sono i principali beneficiari: “Le comunità rurali coinvolte nei nostri progetti ricevono formazione e sostegno finanziario. Sono loro a prendersi cura degli alberi e a godere dei loro frutti”.
Da gennaio attendono di essere piantumati 200 alberi. Affrettati, sostieni il pianeta prenotando il tuo appuntamento per la donazione di sangue o plasma.

 

Fonte: FIDAS Nazionale